centro artistico

 

Per adempiere al meglio ai suoi obiettivi è prevista la costruzione di un centro artistico – culturale, che sia anche una casa per l’artista stesso.
Esso è il luogo dove non solo avvengono gli scambi artistici e le collaborazioni tra locali ed europei, in occasione soprattutto degli stage, ma anche la sede in cui può svolgersi l’attività quotidiana di molti artisti locali. Insegnanti e allievi potranno condurre con regolarità il proprio lavoro nel corso dell’intero anno, godendo di attrezzature adeguate, di contatti e incontri con culture diverse e di un importantissimo stimolo alla ricerca artistica, tradizionale e innovativa al tempo stesso. L’arte è, così, elevata a impegno esistenziale, a responsabilità sociale, in quanto custode dei fondamenti della cultura e dell’identità locale, ma anche forma di comunicazione di carattere sovraculturale e interculturale.
Esso sarà di aiuto agli artisti africani, dandogli un luogo di incontro, di soggiorno e di lavoro.
Da qui nasce anche l’idea di cercare di far affluire le possibilità di lavoro per questi artisti in un luogo ben stabilito e che sia conosciuto, per limitare il più possibile l’abbandono di queste arti millenarie.
Ambizione del centro é quindi anche di divenire un’agenzia di “promozione artistica”. Organizzare e produrre quindi spettacoli in collaborazione con differenti partenaires artistici ed istituzionali locali ed internazionali.
Nel Centro, oltre l’aggregazione degli artisti e le loro attività, si realizzeranno delle formazioni per giovani senegalesi, che non esercitano attività lavorative o scolastiche e che vogliono approfondire la cultura senegalese e/o esercitare attività artistiche.
Particolare attenzione sarà rivolta ai bambini talibè; bambini che spesso sono abbandonati dalle loro famiglie per difficoltà economiche, o dati in affidamento a marabù. Ricevono una minima istruzione religiosa; la maggior parte del tempo la passano sulle strade a fare la questua, domandano pochi soldi che daranno, la sera, al proprio marabù. Vestono come straccioni, dormono e mangiano come possono.
L’idea di costruire una struttura che possa toccare diversi aspetti, in rapporto agli obiettivi della nostra associazione, è per noi elemento fondamentale.
Il progetto sorgerà su una superficie di circa 10.000mq, nel villaggio di Toubab Dailao. Questa zona godrà di una certa importanza negli anni futuri. La sua posizione geografica è particolarmente favorevole. In effetti si trova molto vicina alla capitale Dakar, circa 40Km, e sarà altrettanto vicina al futuro nuovo aereoporto internazionale, circa 15 Km, la cui inaugurazione è prevista per il 2012.
Le aree più importanti che costituiranno il centro polivalente Jahkarlo sono le seguenti:
- Il cuore del progetto, il Centro Culturale:
Composto dal grande anfiteatro, un spazio di 500mq progettato per accogliere manifestazioni d’importanza nazionale ed internazionale; dagli uffici amministrativi; da uno studio di registrazione per sostenere i giovani artisti; da una grande sala per sviluppare percorsi artistici, scambi culturali, formazioni specifiche, esposizioni, ecc…
- Poste de santé:
Una struttura allestita per dare soccorso alla popolazione locale, oltre che per organizzare campagne di sensibilizzazione e informazione sanitaria, e in particolare, informare a come prevenire il diabete, malattia sempre più in aumento in Senegal ma ancora molto negligiata.
- Scuola materna:
Abbiamo ritenuto importante dare uno spazio all’interno del centro ai bambini.
Dare loro la possibilità di entrare in contatto con le proprie tradizione in maniera controllata e costruttiva, é per noi elemnto importante per raggiungere i nostri obiettivi.
Avranno la possibilità di seguire percorsi di iniziazione alle arti tradizionali quali, la musica, la danza, le arti plastiche in generale, e di beneficiare cosi di un’arricchimento personale che li farà crescere in modo equilibrato.
- Una zona d’accoglienza per i turisti:
Uno spazio composto da 12 bungalow con una capacità d’accoglienza di 25/30 persone. Sarà il luogo destinato ai visitatori: turisti, stagisti, associati, amici, ecc…, tutti coloro che da vicino o da lontano vogliono collaborare con l’associazione Jahkarlo.
- Gli atelier:
Per il mantenimento dei mestieri tradizionali.
Si darà la possibilità agli artigiani di poter continuare il proprio mestiere, facendo loro la promozione e cercando di creare un mercato solidale.
- Uno spazio verde:
Tutta la struttura serà circondata da uno spazio verde. Ci sarà una zona con alberi da frutta per poter sviluppare un mercato anche di prodotti locali.

La struttura qui sopra descritta è progettata affinché sia a basso impatto ambientale. Sarà data priorità a materiali presenti in loco, con una filosofia di autonomia energetica attraverso l’utilizzo di pannelli solari.

Il terreno dove nascerà il Centro socio-culturale

Gli ultimi sviluppi


Comments are closed.