Takku Bey - Cooperazione Senegal

Dakar e Sine Saloum

Le bellezze di Dakar e le meraviglie del delta del Sine Saloum

1° GIORNO

Arrivo in nottata all’aereoporto di Dakar, incontro con il mediatore locale e trasferimento con mezzi privati fino all’auberge Ker Jahkarlo. Sistemazione e pernottamento.

2° GIORNO

Primo contatto con la realtà Senegalese.
In mattinata partenza per l’isola di Gorée (circa 30 minuti di tragitto ¬fino al porto poi 20 minuti di battello). Classificata dall’UNESCO patrimonio universale dell’umanità.
La piccolo isola era l’ultimo avamposto prima del grande salto nell’oceano che conduce all’America. Essa fu uno dei principali centri di smistamento per la tratta degli schiavi di tutto il continente africano. Pranzo sull’isola.
Nel pomeriggio visita al museo Istituto Fondamentale dell’Africa Nera. (museo IFAN)
Primo approccio con la capitale prendendo visione del patrimonio artistico e culturale africano.
Visita dei mercati e dei luoghi simbolo di Dakar. Incontro con gli artigiani, in particolare Pecos e al gruppo di giovani che ha sempre lavorato a Enda Ecopole, nella realizzazione di oggetti con materiale di reciclo.

3° GIORNO

Partenza per il Lago Rosa, Lac Retba.
Situato a circa 30 km da Dakar. Si estende per circa 10 km lungo la costa settentrionale del Senegal, separato dall’oceano Atlantico da grandi dune di sabbia che formano un assaggio di deserto. Il suo nome deriva dalla particolare colorazione dell’acqua davvero insolita. Il fenomeno è dovuto a delle micro-alghe che ossidano il ferro contenuto nell’acqua salata. Infatti, seconda meraviglia, l’acqua è salatissima 320 g. per lt. come per il Mar Morto, per questo motivo si galleggia 2 volte di più che nell’acqua dolce. Una delle principali attività sulle rive del Lac Retba è la raccolta del sale che viene ammucchiato in spettacolari cumuli.
Giro del lago con visita ad un villaggio tradizionale peule.
Divertente prova di galleggiamento nel lago salato. Pranzo in ristorante locale.
Nel pomeriggio visita al centro di accoglienza per bambini in difficoltà, Yaakarou Gunay. Incontro con gli educatori e condivisione di un po di tempo con gli ospiti del centro.

4° GIORNO

In mattinata partenza per Toubab Dialaw. Villaggio di pescatori all’inizio della “petit cote”, una delle zone più belle a sud di Dakar. Sistemazione in campement locale.
Nel villaggio visiteremo il terreno dell’associazione Jahkarlo dove ha in progetto la costruzione di un centro socio culturale polivalente. Ci sposteremo poi al vicino villaggio di Daga, dove l’associazione ha avviato un rapporto di collaborazione per un miglior sviluppo locale. Pranzo al villaggio.
Nel pomeriggio passeggiata sulle belle spiagge di Toubab Dialaw.

5° GIORNO

In mattinata partenza per Joal-Fadiout. Luogo natale del 1° presidente senegalese Leopold Sedar Senghor.
Fadiout, l’isola delle conchiglie, si chiama così perché il villaggio è stato costruito su di una montagna di gusci di molluschi, mangiati e gettati ¬fino a formare un’isola, da generazioni di degustatori di mitili.
Non solo le strettissime vie sono fatte di conchiglie, ma pure le case sono costruite con fango e conchiglie.
L’isola è abitata da molte famiglie cristiane di etnia “Sérère”; un ponte di legno collega Fadiout,
immersa in una grande laguna, a nord del Siné-Saloum, alla terraferma, dove sorge il villaggio gemello di Joal.
Un secondo ponte di legno collega l’isola ad un’altra isoletta dove sorge il cimitero in cui cristiani e musulmani vengono sepolti gli uni accanto agli altri.
Pernottamento in auberge.

6°-7° GIORNO

In mattinata pertenza per le isole del Sine Saloum. Visita al grande Baobab Sacré, 850 anni di età, 35m di circonferenza, un vero monumento naturale. Sistemazione in campement locale. Nel pomeriggio relax.
La mattina escursione in piroga all’isola Marlodj. Visita del 1° dei 4 villaggi che compongono l’isola. Possibilità di escursione in calesse agli altri 3 villaggi.
Rientro in serata.
Cena e pernottamento in campement.

8° GIORNO

La mattina partenza per Dakar.
Sosta alla città di Thies. Visita del mercato artigianale e conoscenza con l’Associazione “Agrecol Afrique” impegnata nello sviluppo della coltivazione biologica. Pranzo al ristorante biologico dell’associazione. Arrivo a Dakar in serata.
Cena e pernottamento all’Auberge Ker Jahkarlo.

9° GIORNO

Visita all’isola di Ngor. Pranzo e rientro a Ker Jahkarlo.
In serata partenza per l’aereoporto di Dakar.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Powered by LibLab